Il populismo di Juncker

Logo del Corriere della SeraSul Corriere del 17 maggio Piero Ostellino dubita che l’Unione Europea debba scendere in campo contro le indennità dei manager in aperto disaccordo col “populismo” di Juncker che ha affermato la necessità di adeguati strumenti finanziari contro eccessi eticamente inaccettabili.
Forse a Piero Ostellino va bene così. Vorrei quindi ricordargli che la maggior parte di detti emolumenti, in Italia sono sovente tassati al 12,50 %, ed è inoltre prassi diffusa traghettarli estero su estero nei cosiddetti paradisi fiscali. Se lui dubiti di queste prassi, io non lo so. Ma al contrario non dubito della necessità di correttivi.

Su IoDonna (magazine del sabato del Corriere) dello stesso giorno Marina Terragni ci informa che nel 2020 la depressione sarà la seconda causa di malattia e di invalidità nel mondo. Si sbaglia: saranno la lebbra e il colera.

Può non sembrare, ma le due notizie sono strettamente collegate.