Ricapitoliamo

La sveglia di Walter VeltroniL’inflazione si sta alzando in area euro. E per chi ha un debito pubblico alto non è cosa buona. Anche i tassi salgono, e quindi, in automatico, il debito pubblico.

Il petrolio, nonostante l’annuncio di un aumento della produzione dell’Arabia Saudita, continua a salire.

Veniamo all’Italia.

La borsa italiana è la  peggiore piazza fra quelle dei primi dieci paesi “industrializzati” al mondo.

La Campania, in ginocchio per l’emergenza rifiuti, per la Camorra, e per la totale assenza dello Stato, continua a vedere il suo Governatore e i suoi sindaci ai posti di comando. Nessuno ne chiede più le dimissioni. E a Chiaiano, tra frottole e bugie, tutto procede.

Nel resto del sud ammazzano i politici.

Berlusconi intanto, si occupa dell’avvocato Mills e dei suoi processi.

Ecco. In questa situazione, noi abbiamo paura dei rumeni, degli zingari e delle puttane.

E per salvarci dal rischio rumeni (quello delle puttane è difficile considerarlo un rischio…) arriva l’esercito.

Veltroni, sveglia! Che è ora!