Che cos’è una bull-trap ?

Nikolai Dmitrijewitsch Kondratieff (1892 - 1938) Una bull trap (trappola per tori) è un segnale del mercato che dice che una discesa è finita, mentre invece il mercato continua a scendere. Chi entra, o si accorge subito di aver sbagliato nella valutazione del segnale, oppure si fa molto male.

Sto smettendo di credere nella correttezza dei mercati. Ci sono due articoli pubblicati (anzi, tradotti) da Comedonchisciotte che ho trovato di grande interesse. Il primo, di Alejandro Nadal (qui la versione originale), mette in discussione la correlazione tra inflazione e disoccupazione e di conseguenza attacca la politica delle banche centrali tesa solo al controllo dei mercati attraverso i tassi e inattiva nei confronti della deregolamentazione finanziaria; il secondo di Danny Schechter (versione originale qui) invece si domanda il perchè di fronte, anche solo in via ipotetica, ad un collasso del sistema finanziario, i candidati alla Casa Bianca non tengano nel minimo conto questa ipotesi.

Senza catastrofismi, io  però sono propenso a credere a un’altra ipotesi, di ispirazione forse vichiana: i cicli di Kondratiev. E secondo me, per un po’ di tempo non butterà un gran chè bene. Come Daniel Gros evidenzia benissimo su Lavoce.info: “Il prezzo del petrolio rimarrà dunque elevato e variabile fino a quando i produttori continueranno ad aspettarsi che i prezzi possano solo salire“. E considerando che l’economia mondiale dipende esclusivamente da questa risorsa, non c’è da essere molto ottimisti.

Se uno accetta l’esistenza delle onde k, allora la domanda da porsi è: in che punto della curva ci troviamo ? E la risposta mi sembra obbligata. Sbagliare risposta, significa rischhiare di trovarsi imprigionati  nella bull trap, la trappola per tori.  E il gioco, per me, non vale la candela.

Commenti

  1. AnteaBlanca scrive:

    FGOHWRHGèAWOGAW09GASKOGSA.
    …è L’UNICA COSA CHE MI VIENE IN MENTE DA DIRE SU QUESTO POST!!!! …PERò FA NUMERO!