Tanti auguri a me !

In partenza, sì, ormai in partenza, biglietto fatto, seconda classe per Parigi, etc etc un po’ di agitazione, non tantissima, e forse anche un po’ di nervosismo, mancanza di nicotina, quasi quasi ne accendo una dò un tiro e poi la spengo, meglio di no che così si ricomincia, e comunque stasera mi faccio una mangiata da affogare, speriamo che il brodo sia venuto buono, e comunque a Massimo gli ho scritto e non mi ha manco risposto almeno crepa me lo poteva dire, Parigi sarà diversa sarò più tranquillo, certo un tiro cosa vuoi che faccia, e sta sinistra che ha consegnato una regione in mano alla camorra e ancora ha il coraggio di parlare di legalità andassero a cagare che intanto i fascisti assaltano la RAI e se lo faccio io mi sbattono in galera e buttano via la chiave mentre loro se ne vanno in giro sereni, dovrei stare un po’ più tranquillo, non tanto solo un po’, Parigi sarà diversa, certo, ogni posto è uguale e diverso da se stesso e dagli altri, Le città Invisibili, andrà a finire che a Parigi non mi verrà a trovare nessuno, forse è meglio così appena arrivo vado a farmi una magnata in quel bistrot che c’è sulla guida, cazzo penso solo a mangiare va a finire che divento 100 chili, intanto ho smesso di fumare, e resisto al computer senza le sigarette, niente male davvero, volevo comprare il libro di Calasso su Baudelaire prima di partire, vabbè sarà na palla, però devo prendere alnche La Mia Vita di Gipi, un tiro solo in fondo non mi farebbe nulla, a Massimo gli scrivo un’altra volta e poi basta, e anche Aigi che dice che ero sotto scacco che ne ha vinta una nelle ultime tre settimane, va a finire che mi tira il pacco anche lui e a Parigi non ci viene, male che vada mi procuro un pacchetto di Gitanes Papier Mais, male che vada, che  governare meglio di stà gente non ci vuole molto la metà son troie e la metà ladri analfabeti per non parlare di stè ragazzette elette nel PD che si leggono le veline e vanno in tv a ripetere la loro indignazione, noia e rabbia più rabbia che noia, e hai voglia a scriver lettere a stì giornali di merda tanto nessuno ti risponde, The Shiningtutto bene, sissì, tutto bene, sono più calmo, più calmo, respiro e resto più calmo, cerco una foto rilassante da mettere su stò post, cazzo metto, boh, una foto rilassante, una sigaretta magari, cazzo di compleanno senza neanche una sigaretta, respiro e sono calmo, sono molto più calmo non c’è paragone…

Commenti

  1. AnteaBlanca scrive:

    Te l’avevo anche detto che sarei dovuta venire a dicembre… Ma dato che proprio ieri il mio capo mi ha detto che dopo le vacanze qualche giorno ce lo può dare, e il mio moroso vuol venire a Parigi… Preparati che a Gennaio arriviamo!!! 😉

  2. Andrea scrive:

    e poi come e’ andata a finire!?
    il treno l’hai preso o sei rimasto sotto le coperte e non rispondi al telefono cosi’ fai finta..? 😉
    e’ cosa c’e’ di la’ dalle montagne?
    ma sono come noi i “cugini” transalpini?
    dai che prima o poi veniamo a trovarti (piu’ prima che poi vista la smania dell’Anna di stare in baracca!)

    ciao

    andrea

  3. gianni scrive:

    gingerino.com invece io ho clicccato gingerino .it e viene fuori una specie di concertino di voci in un locale dove danno il famoso analcolico gingerino recoaro…… così, fissando quella home page e sentendo le voci in audio, ti ho immaginato solitario in mezzo a quella bella gente d’oltralpe mentre fumi, tra-“canni” un rosso e pensi alla gnocca…….
    hai fatto bene ad andare via senza lanciare una voce……non ci sentiamo da tempo ma a volte mi fermo e penso alle nostre chiacchiere e progetti rimasti congelati e ormai scaduti…idee che andrebbero grigliate subito come il pesce fresco senza stare li troppo a condirle…invece a noi ci sono sempre piaciute le idee condite fino ad insaporirle troppo e non farle assaggiare a nessuno….ma mi è rimasto dentro il piacere di preparare e cucinare qualcosa assieme a te.
    Ciao guglielmo, goditi l’attimo
    Gianni c

  4. zingariello scrive:

    Parigi e’ una condizione mentale, non e’ poi necessario che tu sia realmente li, non fa differenza; in fondo. Le larve tanto, ormai, sono mature. Milioni di tuoi cloni si sono replicati e pronti a lasciare quel maledetto scantinato, avrei dovuto distruggerlo gia nel lontano ’86 , avevo un piano gia pronto, era perfetto! ma il Gran Consiglio si rifiuto di approvarlo.

    Quella maledetta cantina. Avevi preparato l invasione da anni! Maledetto!!!

    Era tutto scritto!