Le vere ragioni del dissenso tra Bersani e Veltroni

Lo chef del PDIn un’intervista a Walter Veltroni che pubblichiamo in esclusiva sul blog, finalmente siamo in grado di anticipare le vere motivazioni del dissenso ai vertici del PD.

Onorevole Veltroni, che cosa la separa dalle idee del segretario Bersani?
Ma niente, sò sciocchezze…

Ci dica, ci dica…
E’ che l’altra sera se stava a magnà da Giggino alla Garbatella, e già appena Bersani s’è seduto, comincia a dire che vuole il rosso, che il bianco della casa nun è bbono…

Perché, lei preferisce il rosso?
Anche il rosso, ma anche il bianco. Dipende.

Dipende da cosa?
Da che se magna. Ad esempio, con la coratella coi carciofi…

Onorevole, non è questo il tema. Il tema è la visione del futuro.
Infatti. Quando sono andato in Africa, sono riuscito a cogliere una nuova visione ispiratrice del cambiamento.

Ovvero?
Il coriandolo! E’ una spezia straordinaria, sta bene su tutto. Con la trippa, a titolo indicativo…

Torniamo a Bersani, onorevole. Ha citato Aldo Moro.
Aldo Moro mangiava spesso in casa, era molto magro, di costituzione. Infatti anche durante la prigionia…

Lasciamo stare Moro, direi. E dei rapporti col sindacato, cosa mi può dire?
Veda, quello è un bel problema. Che quelli sò affamati…

Aprirete un tavolo?
Proveremo, ma dipende quando. Otello alla Concordia il giovedì è chiuso, e venerdì torna mi fija da New York… la volevo portà al Bolognese, per festeggiare un po’

Vabbè, torniamo alla cena con Bersani. Insomma: le ha chiesto la conta?
Macchè la conta! Ha chiesto il conto. Siete voi giornalisti che avete travisato…

E lei cosa ne pensa?
Ho insistito. Ho cercato di convincerlo. Convincerlo ad aspettare.

A chiedere il conto?
Ma certo! Gli ho detto: aspetta. Prendiamoci un dolcetto, che fanno un Tiramisù della casa che è la fine  del mondo…

E della Fiat? Avete parlato?
Le  dirò: tendenzialmente preferisco i prodotti artigianali, ma la Majani lavora bene. Anche la scorzetta…

Sul voto? Avete deciso qualcosa?
Io da Giggino me sò sempre trovato bene. Un sette glielo do.

E Bersani?
Non era d’accordo. Dice che le spuntature gli gonfiano la pancia e che quando si alza da tavola…

Il concetto è chiaro. Per concludere: D’Alema cosa dirà?
Se vedemo Domenica. Ma a Ostia. Il pescetto dei cancelli lo fa’mpazzì.