Tempori serviendum est

Mio padre citava spesso delle locuzioni latine. Ironizzava bonariamente sulla mia ignoranza abissale. E, sotto sotto, era un modo per giocare a vantarsi dei suoi studi classici rispetto al mio svogliato  e pigro liceo scientifico. Adesso credo che ormai certe locuzioni siano rimaste in uso solo tra gli studenti di diritto e pochi altri.

C’è una meravigliosa voce su wikipedia che ne elenca un buon numero. Ogni tanto mi ci ritrovo a sbirciarne alcune. Vorrei poterle ricordare, ma ormai la mia memoria sembra di pietra e non trattiene più nulla. Questa, ad esempio, di Virgilio: “Stat sua cuique dies“, a ciascuno è dato il suo giorno.